RPM

RPMonline - Rilevazione, Progettazione e Monitoraggio nasce nel 2010 all’interno del Progetto di Ricerca di Ateneo dell’Università di Padova, denominato "A cosa serve allontanare i minori dalle famiglie di origine?", finalizzato a supportare e accompagnare la progettualità degli operatori che si occupano di protezione e cura dei bambini.

RPMonline si propone quindi come una metodologia globale che coniuga, grazie alle funzionalità in esso presente, le esigenze legate alla raccolta delle informazioni, alla misurazione, alla progettazione e al monitoraggio degli interventi, consentendo di costruire per ogni bambino e per la sua famiglia il Progetto Quadro.

A partire dal 2011, RPMonline è stato adottato anche nel Progetto di Ricerca Nazionale P.I.P.P.I., Programma di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione (responsabile scientifico: prof.ssa Paola Milani), realizzato da LabRIEF (Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare-LabRIEF) in partnerariato con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Il lavoro di adattamento di RPMonline in vista dell'informatizzazione e di rielaborazione del modello multidimensionale Il Mondo del Bambino (attenzione a corsivi sempre uguali) è a cura di LabRIEF (Università di Padova) e in particolare di Marco Ius, Sara Serbati e Paola Milani.
Il lavoro di Informatizzazione è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra LabRIEF e il Centro Servizi Informatici di Ateneo - CSIA dell’Università di Padova che ha curato lo sviluppo e realizzazione della procedura in ApEx.